mercoledì 14 giugno 2017

Recensione "Cinque volte in cui il mio migliore amico mi ha baciato" di Anna Martin


Siete pronti per una carrellata di recensioni e sorprese?
La prima riguarda il romanzo dal titolo infinito Cinque volte in cui il mio migliore amico mi ha baciato e quella volta che l'ho baciato prima io di Anna Martin che mi ha tenuto compagnia nei giorni scorsi.
Se cercate una lettura fresca per trascorrere una bella giornata in totale relax vi consiglio di sbirciare la mia recensione qui sotto!

Titolo: Cinque volte in cui il mio migliore amico mi ha baciato e quella volta in cui l'ho baciato prima io
Titolo originale: Five times my friend kissed me and one time I kissed him first
Autore: Anna Martin
Data pubblicazione: 5 Giugno 2017
Casa Editrice: Triskell Edizioni (Rainbow)
Traduzione: Stefania Trivelloni
Genere: M/M (Contemporaneo)
Prezzo: €4.99
Formato: ebook
Pagine: 216
Dove comprarloAmazon

Quando capisci che vuoi sposare il tuo migliore amico all’età di sei anni la tua vita dovrebbe prendere una direzione ben precisa, vero? Ma forse no. Da bambino, Evan King pensava che Scott Sparrow fosse la persona più incredibile che potesse esistere. A diciassette anni quella cotta si fa più intensa, e niente è più così semplice come prima. Scott sembra più interessato al football e alle ragazze che a giocare ai supereroi, e Evan concentra le sue energie per entrare alla scuola d’arte. Un bacio dato a tarda notte dopo qualche bicchiere di troppo è qualcosa che si dovrebbe dimenticare subito, non ossessionare per i dieci anni successivi. Quando la vita improvvisamente li fa incontrare di nuovo, la passione di Evan nei confronti di Scott si riaccende, dimostrandogli che a volte la vita fa un giro davvero strano per completare il suo corso.

Cosa ne penso...

Evan è innamorato del suo migliore amico Scott da sempre, è bastato un semplice sguardo all'età di 6 anni per rapirgli il cuore.
Nel corso della loro amicizia ci sono stati alcuni episodi che hanno parecchio confuso Evan, avvicinato e subito dopo allontanato i due amici.
«Evan,» disse di nuovo Scott e tutto sembrò rallentare, il tempo divenne liquido quando si sporse in avanti e appoggiò quelle splendide labbra sulle mie. (...) in quel momento si era bloccato e aveva lasciato che succedesse, sentendo tutto, troppo e poco allo stesso tempo. Evan
Da quale parte deciderà di stare il caro Scott quando le loro strade si incontreranno nuovamente?
Era passato davvero troppo, troppo tempo dall'ultima volta che si erano visti, che erano stati amici, che erano stati consapevoli delle cose che li rendevano importanti agli occhi dell'altro. Il dolore per la perdita di Scott come migliore amico non lo aveva mai abbandonato. Non era mai riuscito a superare il fatto che il suo migliore amico dall'infanzia fosse diventato un'altra persona al college, qualcuno che non era più compatibile con la persona che lui era diventato. Evan
La narrazione è affidata a Evan e suddivisa nel racconto dei 5 baci (+1) che scandiscono la loro storia sfruttando numerosi salti temporali e senza seguire un ordine cronologico. Questa scelta non permette particolari approfondimenti, ma una volta giunti alla fine e sommate tutte le parti il quadro è piuttosto completo. Diciamo quindi che si tratta di una tecnica interessante e funzionale alla storia.
Questa struttura a 5 elementi + 1 è un omaggio alla fan fiction e ho apprezzato la spiegazione posta tra le ultime pagine del libro perché mi ha chiarito la scelta dell'autrice. Solo alla fine sono riuscita ad apprezzarla, dato che questa breve spiegazione mi ha permesso di vedere sotto una luce diversa questa "struttura" che inizialmente non mi convinceva del tutto.
La scrittura ha un buon ritmo risultando scorrevole e gli sviluppi della vicenda mantengono alta l'attenzione del lettore. 
La caratterizzazione dei personaggi non è particolarmente approfondita, soprattutto quella di Scott. Molti comportamenti del ragazzo non risultano del tutto chiari e sicuramente conoscere il suo punto di vista avrebbe donato più spessore alla storia
Evan è invece il protagonista modello: dolce, onesto, determinato, ma ahimè soffre della sindrome "da perdono troppo rapido". Non riesce a sostenere per molto la sua "rabbia" verso Scott, e cede facilmente. 
La storia d'amore è dolcissima, vi saprà strappare qualche sospiro e i momenti di intimità sono piccanti al punto giusto.
Avrei voluto sapere di più sull'amicizia tra Evan e Lacey, che a mio parere avrebbe potuto regalare altre belle emozioni invece che rimanere solo un pretesto per far incontrare di nuovo i due amici.
Si tratta comunque di una lettura piacevole e fresca ideale per trascorrere qualche ora in totale spensieratezza.

Lettura fresca e dolce

Caldo


4 commenti:

  1. Ammetto che mi aspettavo molto di più da questo libro. Concordo pienamente con la tua race. Personalmente non mi piacciono i salti temporali che non seguono un ordine cronologico e mi sarebbe piaciuto un maggior approfondimento per Scott. Insomma, carino ma nulla di speciale (e mi sento anche in colpa a pensarlo XD)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho fatto un po' fatica anche io ad abituarmi a questi salti temporali sinceramente xD
      Siamo d'accordo su tutto!

      Elimina
  2. Pensavo qualcosa di meglio. La trama mi aveva illusa invece ho trovato il libro poco coinvolgente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che è stato una sorpresa xD

      Elimina

I vostri commenti aiutano il blog a crescere e io adoro leggere i vostri pensieri!