venerdì 4 agosto 2017

Recensione in anteprima "La strada per Cripple Valley" di Cristina Bruni


Il caldo non ci dà tregua, stare al pc con queste temperature non è proprio il massimo, ma per voi questo e altro!
A inizio settimana mi sono dedicata alla lettura di La strada per Cripple Valley, romanzo Made in Italy firmato da Cristina Bruni in uscita proprio oggi per Triskell Rainbow, e ho tirato le due di notte per finirlo. 
Curiosi di saperne di più?

Titolo: La strada per Cripple Valley 
Autore: Cristina Bruni 
Data pubblicazione: 4 Agosto 2017 
Casa Editrice: Triskell Edizioni (Rainbow)
Genere: M/M (Contemporaneo) 
Prezzo: €4.49 (ebook)
Pagine: 194 
Dove comprarlo: Amazon

Jamie Wheetney è cresciuto sentendosi dare dello "strambo" e del "difettato", con un patrigno che sfogava su di lui tutte le sue frustrazioni. All'età di undici anni incontra Jonathan Meechum, che lo salva dai bulli della scuola. Jonathan diventa ben presto il suo unico amico, il fratello che avrebbe sempre voluto. Il suo tutto. Fino a quando se ne innamora. Ma quando una notte nei pressi del fiume Mississippi Jamie dichiara il suo amore, Jonathan gli volta le spalle, abbandonandolo su una strada. I due si ritroveranno tre anni dopo in Colorado, nella cittadina universitaria di Cripple Valley, e dovranno imparare a ricucire il loro rapporto tra menzogne, rabbia trattenuta e sentimenti mai rivelati.

Cosa ne penso...

Chi non ha mai avuto una cotta per il proprio migliore amico?
Jamie Wheetney si è innamorato di Jonathan in tempo record, ma non potrebbe essere diversamente dato che l'amico l'ha praticamente salvato dai bulli che non gli davano tregua. Jon è la boccata d'aria fresca di cui Jamie aveva bisogno, il suo cavaliere dalla scintillante armatura che finalmente dona un po' di luce alla sua triste vita.
Sì, si era preso una cotta per il suo migliore amico, più grande di lui di tre anni. Patetico? Forse, ma come poteva essere altrimenti se Jonathan era sempre stato presente nei suoi momenti più bui? (...) Come avrebbe potuto non innamorarsi, se Jonathan era tutto il suo mondo? L'unico amico, il fratello che non aveva? Jamie
La loro amicizia sembra essere molto solida e così Jamie si decide a dichiarare il suo amore all'amico. Ciò che non si aspetta però è che il suo salvatore gli spezzi il cuore in tanti piccoli pezzetti.
Grazie ad un salto di tre anni scopriamo come sono proseguite le loro vite, in particolare quella di Jamie che ha finalmente raggiunto Cripple Valley, il luogo dei suoi sogni dove può cominciare la sua nuova vita, ma al destino non si sfugge...
È stato così che ho deciso di lasciare la Louisiana e venire a Cripple Valley, quando ho capito che iniziare a dimenticare piccoli pezzi del passato equivaleva a essere pronto per iniziare il futuro. Jamie
Avevo grandi aspettative per questo romanzo e non sono state affatto deluse. La strada per Cripple Valley è un libro dolce, sofferto, che si divora e non si dimentica.
Sono stata completamente catturata dall'uragano di emozioni scatenate dalla storia e ho fatto le ore piccole per terminarlo, dimenticando il sonno per potermi dedicare a questa splendida coppia. Non riuscivo a staccare gli occhi dalle pagine e in un battibaleno sono giunta alla parole fine.
Lo stile è frizzante e scorrevole, caratterizzato da una scrittura fresca e coinvolgente. I protagonisti sono ben delineati e "bucano lo schermo" o in questo caso... le pagine. Ci si affeziona immediatamente a Jamie, voce narrante della storia, ed è impossibile non immedesimarsi in lui, così come provare del rancore verso Jonathan. 
La loro storia d'amore è parecchio travagliata e non mancano incomprensioni, bisticci e gelosie. Non pensate di trovare il solito incontro=amore folle=tutto come prima perché l'happy ending ce lo dobbiamo sudare, eccome anche.
Vengono toccate tematiche delicate, affrontate però con molto tatto e descritte in modo estremamente reale. Il bullismo è uno di questi, fa male leggere ogni angheria che è stato costretto a subire Jamie e mi sono sentita così coinvolta nella vicenda che ho provato rabbia, sdegno e avrei voluto entrare nel libro per dare una bella lezione a quei mostri, patrigno incluso ovviamente.
Numerosi sono i personaggi secondari presenti nel racconto che in modo o nell'altro aiutano i nostri protagonisti a ricongiungersi. Ho adorato ognuno di loro e ancora una volta ci viene dimostrato che la famiglia non dipende dal sangue, ma famiglia è dove ci si sente a casa.
Traspare chiaramente la lotta per emergere e dimostrare quanto si vale davvero nonostante tutti i tentativi di sabotaggio. Bisogna trovare sempre la forza di rialzarsi e camminare a testa alta nonostante tutto. La vera forza è in ognuno di noi, basta solo riuscire a tirarla fuori.
Avrei desiderato conoscere meglio Sebastian, soprattutto fare un salto nel suo passato perché sono una curiosa cronica e lui rappresenta un personaggio di notevole impatto. È impossibile non voler conoscere la sua storia nel dettaglio!
Come avrete capito questo romanzo è super promosso e fossi in voi non me lo lascerei scappare ;)

Questo è amore

Caldo


5 commenti:

  1. Diciamoci la verità: Cristina Bruni non delude MAI! e dalla tua appassionata recensione vedo che ancora una volta ha centrato l'obiettivo. Corro ad iniziarlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai perfettamente ragione ^^ Buona lettura!

      Elimina
  2. Grazie, carissima. Bellissima recensione <3

    RispondiElimina

I vostri commenti aiutano il blog a crescere e io adoro leggere i vostri pensieri!