martedì 22 marzo 2016

Recensione "Training Season - La stagione dell'allenamento" di Leta Blake

Dopo una settimana sono riuscita a finire Training Season - La stagione dell'allenamento di Leta Blake e finalmente riesco a proporvi la mia recensione di questa lettura che mi ha scombussolata un pochino. Per questo motivo troverete qualche dettaglio diverso dal solito, ma lo scoprirete man mano che leggerete il mio pensiero.

Titolo: Training Season - La stagione dell'allenamento
Titolo originale: Training Season
Autore: Leta Blake
Serie: Training Season (#1)
Data pubblicazione: 18 Marzo 2016
Casa Editrice: Triskell Edizioni
Traduzione: Victor Millais
Genere: M/M (Contemporaneo/Sportivo)
Formato: ebook
Prezzo: €5.99
Pagine: 384
Dove comprarlo: Triskell - Amazon

Matty Marcus, pattinatore artistico di indiscusso talento, è disposto a sacrificare tutto per il suo sogno olimpico, ma in passato la mancanza di disciplina gli è già costata la medaglia d’oro. Ora la pressione è alta. Ha bisogno di un coach che riesca a tenerlo in riga, ma gli allenatori migliori non costano poco, e Matty non può più permettersi di continuare a praticare il suo sport, nonostante desideri vincere con tutto se stesso. Quando un lavoretto redditizio come house-sitter lo porta nel rustico Montana, Matty fa del suo meglio per mantenere il proprio regime d’allenamento. Gli abitanti del posto si rivelano sorprendentemente tolleranti con il suo stile appariscente, specialmente l’affascinante e giovane allevatore Rob Lovely, che dimostra di essere molto più di un cowboy stereotipato. Proprio quando Matty ha bisogno di una mano ferma per riuscire a dare del suo meglio sul ghiaccio, Rob lo aiuta a comprendere quanto possa essere forte quando cede il controllo in camera da letto; con una rinnovata fiducia in se stesso, Matty si impegnerà al massimo per arrivare fino alla vetta. Ma lo sport agonistico ha una dura tabella di marcia, e per realizzare il suo sogno olimpico Matty dovrà raggiungere la sua nuova coach a New York City, lasciandosi alle spalle Rob. Adesso deve affrontare la prova finale. Ha davvero imparato a essere un vincitore – sul ghiaccio e fuori – durante la sua stagione di allenamento?


Cosa ne penso...

Matty Marcus è un pattinatore artistico di alto livello che si sta riprendendo da un brutto infortunio. Tutto ciò l'ha portato a dover rinunciare al suo sogno olimpico, perdendo molti sponsor e di conseguenza i soldi che gli avrebbero permesso di ottenere una coach di tutto rispetto che lo aiutasse a coronare il suo più grande sogno.
Quando gli si presenta l'opportunità di guadagnare qualche "spicciolo" facendo da custode in una casa nel Montana per sei mesi, non può far altro che accettare.
«Il Montana? Mi prendi in giro.» «È bellissimo laggiù.» «E allora? Ti pagheranno ottomila dollari al mese,» replicò la madre di Matty. «Dove altro li trovi così tanti soldi? Per pattinare di nuovo a livello olimpico avrai bisogno di assumere dei coach e degli allenatori, e dovrai pagare i costumi. Devi mettere in conto il costo di un coreografo, per non parlare dell'affitto della pista. Lo sai.» «Sì, ma ti sembro uno di quei rudi gay in stile Brokeback Mountain con la camicia a scacchi? No, decisamente no.» (...) «Devi solo andare là, dimostrare che puoi prenderti cura dei cavalli, comportarti in maniera educata e chiamarlo "signore". Penso che ti daranno il lavoro.» «Devo fare domanda di persona?» chiese Matty. «Ti ho comprato il biglietto aereo stamattina. Parti domani.» Donna gli diede un colpetto sulla gamba e si alzò. «Non fare il broncio. È solo il Montana, non la Moldavia.» Matty
Proprio qui incontra l'allevatore Rob Lovely, un uomo che con la sua dolcezza lo colpisce nel profondo già al primo incontro. 
Un bussare alla porta, tonfi pesanti e duri, gli fecero battere il cuore come se fosse seduto nell'angolo del Kiss and Cry in attesa dei suoi punteggi. Matty gettò un'occhiata allo specchio vicino alla porta d'ingresso: si lisciò i capelli, strofinò via un po' di eyeliner colato, gonfiò il petto e alzò il mento. Matty Marcus era un tripudio di glitter dentro a un ranch nel Montana. E non venitemi a dire che l'ambiente campagnolo può privare questo stronzetto della sua favolosità. Aprì la porta. L'uomo in veranda, con una mano sollevata per bussare di nuovo, era biondo e avrebbe anche potuto essere una personificazione del Montana stesso - alto, forte e bello da mozzare il fiato. (...) «Ah...» L'uomo si schiarì la voce e indicò con il pollice oltre la propria spalla, verso la collina. «Ciao. Sono il vicino. Ho pensato di portare un po' di...ah...» Sembrava che non sapesse dove guardare. I suoi occhi scivolarono sul petto nudo di Matty che spuntava fuori da sotto la pelliccia e dal gilet di lustrini dorati, e poi si abbassò sui pantaloni della tuta fino ai piedi scalzi. L'uomo deglutì e distolse lo sguardo. Matty
La prima impressione è quella che conta? Matty deve ritenersi decisamente fortunato se è riuscito a non far scappare a gambe levate il vicino. Insomma, il Montana non è New York City, manifestare così apertamente la propria personalità potrebbe anche farti finire nei guai. Grazie al cielo, non è questo il caso! 
Rob è una persona davvero fantastica che aiuta volentieri il ragazzo e quest'ultimo scoprirà presto che non potrebbe essere più lontano dalla verità perché Rob non rappresenta il tipico cowboy stereotipato, ma è gay proprio come lui.
«I brownies sono i dolci preferiti di Ben. Peccato che sia tornato da sua madre. Dovrò tenergliene da parte uno per il prossimo weekend.» «Spero che a te e a Lila piaceranno,» disse Matty, sedendosi sullo sgabello con le mani strette sul bancone. (...) Rob lo guardò con un'espressione strana. «A me piaceranno di sicuro, ma ai cani la cioccolata non fa molto bene.» «Ai cani?» Rob sembrava ancora più confuso. «A Lila. Il mio cane. Hai detto che speravi le piacessero i brownies. Mi sono perso qualcosa?» Matty rise, scuotendo il capo. «No, non ti sei perso niente. Io mi ero perso un particolare. Credevo che Lila fosse la tua ragazza o tua moglie.» Le labbra di Rob si incurvarono appena. «Dovresti far sistemare il tuo gay radar, signor Marcus. Sembra che non funzioni molto bene.» Matty deglutì forte. Oddio, quell'uomo era gay - e in più aveva quell'aspetto. Matty
Per di più Rob sembra anche molto interessato ad approfondire la conoscenza con Matty, ma il ragazzo non può permettersi nessun tipo di distrazione e questa sarebbe una bella grossa. 
Come ben sappiamo però, non è facile resistere ad un'attrazione così forte e i due si troveranno ben presto a fare fuochi d'artificio insieme. Entrambi sanno che il tempo a loro disposizione è limitato e che presto ognuno dovrà seguire la propria strada, ma tra il dire e il fare c'è di mezzo il mare e innamorarsi sarà inevitabile. Cosa decideranno di fare i due uomini a questo punto? 
*Lo scoprirete solo viv...leggendoooo*
Ho impiegato una settimana per leggere questo libro, purtroppo sono stata molto occupata e ho potuto dedicare ben poco tempo alla lettura, però nei momenti liberi ammetto di  non aver avuto quella gran voglia di aprire il lettore e continuare questo libro. 
La storia è carina, però non mi ha rapita particolarmente perché l'ho trovata molto prolissa e l'inserimento del BDSM mi ha spiazzata ancor di più. Mi aspettavo che da un momento all'altro ci fosse la svolta che avrebbe dato più vita al libro e invece non si presenta se non alla fine. 
La partenza era davvero promettente, però onestamente mi aspettavo altro e di sicuro avrei preferito una narrazione più snella. L'aggiunta del BDSM alla storia non ha avuto senso a mio parere, o parti dal principio così o non lo piazzi a metà storia con un lettore che si chiede "ma cosa sto leggendo?", provando la sensazione di essersi perso qualcosa nel mentre. Ci sta il sesso un po' spinto, ma in questo caso non mi ha entusiasmato la piega presa e mi sono trovata a saltare parecchie pagine.
Le ultime 80 pagine circa mi hanno invece stupita, finalmente la storia ha preso vita, la narrazione si è velocizzata (da un estremo all'altro) e l'ho letta con piacere
Solo verso la fine sono riuscita a comprendere meglio le scelte di Matty, i sacrifici fatti e le conseguenze. Non sono una sportiva e non è stato semplice immedesimarmi nella vita del nostro pattinatore. 
Devi seguire delle regole piuttosto rigide se vuoi realizzare questo tipo di sogno e Matty non è un perdente, ha un obiettivo e ce la mette tutta per raggiungerlo, non importa quante volte cadrà, l'importante è farlo con stile. Nell'ultima parte mi è anche scappata qualche lacrima perché per un momento mi sono sentita come Matty, a chi non è capitato almeno una volta di sentirsi inadeguato? Fare tutto al meglio e poi essere superati da altri per futili motivi? Preferire un pattinatore ad un altro perché più macho è assolutamente assurdo!
Conosciamo Rob solo attraverso gli occhi di Matty, è un uomo con la testa sulle spalle che gestisce al meglio la propria vita e sa prendersi cura di coloro che gli stanno vicino. Ciò non vuol dire che anche lui non abbia mille dubbi e debba prendere delle decisioni importanti per il futuro. L'ho ammirato molto per aver accettato senza riserve Matty con tutte le sue stranezze e fisse. 
La loro storia d'amore è adatta ai più romantici, al di fuori della camera da letto ovviamente perché sapete già cosa ne penso. 
Per quanto riguarda i personaggi secondari, ho apprezzato molto la coppia Bill-Angus, tanto che avrei voluto un bel libro dedicato alla loro storia, mamma Donna è assolutamente mitica e Ben è un ragazzino diverso dal solito, maturo per la sua età e al quale mi sono affezionata
Non sono invece tra i miei preferiti Elliot, il migliore amico di Matty, che mi è stato antipatico dal principio e nonostante alla fine abbia dimostrato di essere un buon amico, non mi ha convinta, e Anya, l'ex moglie di Rob, che ho trovato piuttosto inutile.
Solitamente a questo punto siete abituati a trovare la mia votazione, questa volta non sarà così. Non riesco a capire se questo libro mi sia piaciuto o no, ma soprattutto quanto dell'uno e quanto dell'altro. Vi dovrete accontentare delle mie parole qui sopra e trarre le vostre conclusioni. Il prossimo libro sarà sempre incentrato sugli stessi protagonisti e onestamente penserò se dar loro un'altra possibilità, chi vivrà vedrà!

Infuocato


Serie "Training Season"

                 01. Training Season - La stagione dell'allenamento
                 02. Training Complex (inedito in Italia)

8 commenti:

  1. Appena finito di leggere, questo libro mi ha emozionato, fatto sorridere, fatto piangere e fatto sperare.oltre a sognare ovviamente, che è il motivo per cui ci immergiamo tra le pagine dei libri. Questo ci è riuscito in pieno. Non conoscevo l'autrice è non so se ha scritto altre cose, sicuramente la terrò d'occhio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per aver lasciato il tuo pensiero :) così possiamo aiutare i lettori indecisi! Sono felice che a te abbia trasmesso così tanto!

      Elimina
  2. Penso che per il momento ci penserò su... il libro mi incuriosiva e l'inizio della tua recensione era anche promettente, ma certe cose che hai detto mi hanno fatto storcere un pochino il naso. Credo che prima o poi lo leggerò comunque (o almeno lo spero!) ma con aspettative più basse :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi spiace aver abbassato le tue aspettativa, però ci tengo a dire chiaramente sempre quello che penso e che il libro mi ha o non mi ha trasmesso!
      È giusto che ognuno si faccia un'opinione propria! In quel caso aspetto il tuo parere :D

      Elimina
    2. Manca un *ciò che...

      Elimina
  3. Gaietta io la penso come te: ciò messo 5 giorni a leggerlo!!!! Io non ci metto MAI così tanto per leggere!!!! MAAIIII! !!!! E davvero carino come libro ma non so perché ciò messo tanto....cmq sono rimasta sconvolta dal lato bdsm che ha il libro nel senso di come è stato trattato! Mi è piaciuto come è proseguita la storia di matty cioè com'è finita per lui....a volte preferisco i libri che prendono quella piega XD invece mi sarebbe piaciuto tanto vedere cosa succede al miglior amico di matty elliot che trovo assolutamente adorabile!!!! Anch'io le ultime 80 pagine le ho adorate rispetto alle prime! Vabbeh cmq da 1 a 10 gli darei 6 e mezzo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per una volta siamo d'accordo! xD
      Penso che nel prossimo libro vedremo ancora Elliot quindi magari sapremo qualcosa in più ;)

      Elimina
    2. Speriamo!!!!! E comunque non è vero!!! C'erano altri libri che eravamo d'accordo XD ma il mondo è bello perché è vario e mi piace vedere il libro da altre prospettive e altri gusti ^^

      Elimina

I vostri commenti aiutano il blog a crescere e io adoro leggere i vostri pensieri!